Articoli

Il format 2C dedicato allo sviluppo del tuo brand. Disegno e habitat

Avere una buona intenzione non vuol dire cogliere un obiettivo. Molto spesso, le buone intenzioni destrutturate sono un malus per un percorso funzionale. Oggi, quando si parla di brand e sviluppo d’impresa, il posizionamento nei media e soprattutto nel mondo social network è, il tema core. Sbagliare o sottovalutare questo argomento, vuol dire penalizzare e qualche volta distruggere una reputation branding. Detta in parole povere, parliamo di DANNO D’IMMAGINE.

Ti consiglio questo approfondimento:

influencer-oggi-il-tuo-brand-deve-essere-influser-marco-giustini/

Adesso proviamo a immaginare una realtà dove lavorano diverse persone. Immaginiamo da un minimo di 5 a un massimo di 50 persone. Questo non per escludere da 51 in poi, ma per inquadrare anche la media o piccola impresa. Quelle PMI sul territorio, capaci di sopravvivere ai cambiamenti e centrare quasi sempre gli obiettivi strategici. Un esempio? Le AGENZIE ASSICURATIVE o LE RETI COMMERCIALI RETAIL.

Ogni singolo soggetto, con mansioni diverse rispetto a un’altra persona sua collega, utilizza tutti i giorni il mezzo social. Non ha tempo? La media nazionale dati ufficiali è di 7 ore al giorno. Dentro ci sono i social professionali (vedi LINKEDIN) come le chat (vedi whatsapp). Tutto normale quindi, se non fosse per un piccolo particolare. Ognuno parla, comunica con altre persone, il proprio lavoro. Lo fa abitualmente e come gli viene. Perché è uno dei principali argomenti sui quali si confronta con la rete. A voler essere buoni, comunica messaggi più o meno congrui a potenziali clienti, partners, competitors. Moltiplichiamo questi messaggi giornalieri per sette ore e per il numero delle risorse. Cosa viene fuori? Sì, un GIGANTE.

Ti consiglio questo approfondimento:

network-target-con-annessi-e-connessi-marco-giustini/

Ci sei arrivato da solo vero? Ognuno di loro, se pur in buona fede, comunica quello che vuole. Soprattutto non ha finalità funzionali. ATTENZIONE! È importante o no cogliere opportunità e crescere attraverso lo sviluppo di nuovi target o nuovi network per un’impresa? Esiste o no, il problema della difesa di portfolio e crisi nella ricerca di nuovi clienti? Se la risposta è si, un utilizzo funzionale e strutturato del mezzo social, permette di raggiungere obiettivi in tal senso. Torniamo alla prima frase. Comunicare di pancia, in maniera destrutturata, vuol dire PRODURRE MESSAGGI DISTONICI per il brand. È come cantare tutti la stessa canzone, partendo in momenti differenti, con basi musicali diverse, inventando qualche parola. È un bel sentire? NO.

Il BRAND così non ha un POSIZIONAMENTO. In pratica naviga in un oceano “la rete” nascosto nella nebbia senza essere riconosciuto. Diventa incomprensibile. Perché non ha TRATTI DISTINTIVI rafforzati dalla viralità dei network. È un pappone privo di CONCEPT. In questo caso un brand strutturato necessita ancora prima di comparire di una STRATEGIA di COMUNICAZIONE. Dove un disegno e un habitat sono funzionali alla vision. In termini operativi vuol dire comunicare le CHIAVI REPUTAZIONALI del brand. Cioè i tratti distintivi. Noi di 2C programme proponiamo di COSTRUIRE in 2 step un PROGETTO di comunicazione del brand attraverso il lavoro di squadra, nel tuo habitat, con le tue risorse, con un disegno operativo e la tua Vision.

Il FORMAT si chiama “comunicare e costruire con il team il brand”

Le persone vengono chiamate a concorrere e responsabilizzarsi nei confronti della COMUNICAZIONE del BRAND. Lavorano intorno a un tavolo, con delle linee guida, un tool di pianificazione e un piano condiviso con altri colleghi. Tutti sono protagonisti attivi dell’impresa. Entrano nella VISION e la promuovono come professionista della comunicazione del brand. Il singolo è un tassello con un ruolo e un metodo. SI crea lo SPIRITO DI SQUADRA finalizzato a costruire una REPUTATION BRANDING coerente e forte. Inoltre, applicando il metodo proposto “permission marketing” si costruisce individualmente un network organico target di relazioni. Relazioni professionali in grado di sviluppare nuovo mercato e nuove opportunità. Il tutto tempificato e monitorato con un metodo unico per tutti. Noi di 2C programme portiamo il nostro percorso formativo e operativo direttamente dentro la tua impresa.

16 ore in aula e 30/60 giorni di affiancamento operativo individuale

Nella fase 2. Step 2 del format. Ogni soggetto metterà in pratica la propria mission. Adotterà azioni di social selling operativo, costruirà relazioni target con un metodo d’interazione, parteciperà alla pubblicazione di materiale target, implementerà il proprio bagaglio culturale attraverso la ricerca e approfondimento di contenuti professionali. Settimanalmente misurerà i risultati ottenuti e annoterà i numeri nel report. Il coach 2C avrà il compito di accompagnare e incanalare l’operatività di tutti i partecipanti step by step.

Il FORMAT è consigliato a gruppi di minimo 10 soggetti e un massimo di 20. I gruppi non hanno limiti di mansione, perché ogni soggetto che ha un ruolo può prendervi parte. Consigliamo gruppi misti di commerciali e tecnici. Il format è ideale per rafforzare i messaggi di coesione e spirito di squadra. Trasforma le idee in azioni pratiche. È un supporto operativo per chi ha bisogno di nuovi canali per fare sviluppo. Stimola lo spirito d’iniziativa e l’imprenditorialità.

SCHEDA TECNICA DEL FORMAT:

16 ore in 2gg di aula workshop da 10/20 persone

 materiale: slide show, tool pianificazione

Contenuti: il mondo social, i comportamenti funzionali, il branding, comunicare professionalmente, linee guida permission marketing, il metodo e il tool di pianificazione.

30/60 giorni di affiancamento remoto individuale – gestione operativa e monitoraggio account social

Per maggiori informazioni contattami: marcogiustini@2cprogramme.com

Visita il sito web: www.2cprogramme.com

Marco Giustini